Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

VENETIA 1600 – NASCITE E RINASCITE

Fino al  25 marzo 2022 Palazzo Ducale ospita la mostra VENETIA 1600 – NASCITE  E RINASCITE: 1600 anni di una città straordinaria, meravigliosamente raccontati.

Aspettatevi un viaggio nel tempo attraverso le opere dei più grandi maestri della storia di Venezia e dei  suoi protagonisti:

gli studiosi, gli architetti e gli antichi corrispondenti che scoprivano mondi lontani sulle rotte della Serenissima, con le merci più preziose e le arti più sfolgoranti, le carte dei naviganti, le monete, gli abiti delle cerimonie e della vita quotidiana, le insegne delle botteghe e il genio degli artigiani.

Immergetevi nella vita di una città cosmopolita, unica al mondo per l’incrocio di storie e culture. La Venezia dei fasti commerciali e delle innovazioni sociali e la Venezia delle sventure, dalle quali ha sempre saputo risollevarsi, città che nasce e rinasce. Passo dopo passo, lasciate vagare la vostra immaginazione nelle tante rappresentazioni di Venezia nei i secoli. Attraversate il mito di Venezia e la sua iconografia di città della Vergine, di San Marco e della Giustizia.

Scoprite la Regina dei mari, la città fiorente e dominante, grande crocevia commerciale tra Europa e Levante tra esportazioni e importazioni di merci, persone, idee, ferita da fiamme che hanno distrutto il Fondaco dei Tedeschi, il mercato di Rialto, Palazzo Ducale per due volte, la città lagunare costruita e ricostruita con la propria particolare urbanistica. La città che si ammala e he guarisce.

E poi entrate nel secolo più fastoso, il Settecento, che è anche la fine della Serenissima mentre Nettuno offre a Venezia i doni del mare  nel grande olio di Giambattista Tiepolo, scoprite il teatro e la musica, Carlo Goldoni ritratto da Alessandro Longhi e la cantante Faustina Bordoni da Rosalba Carriera, e naturalmente la Fenice, forse la più famosa delle tante rinascite veneziane. Attraversato il Settecento con le bianche statue di Canova scolpite mentre Venezia passa dai francesi agli austriaci e viceversa, entrate infine nell’era moderna, con la ferrovia che taglia la laguna, in secoli faticosi scanditi dal primo incendio della Fenice nel 1836 e dal crollo del campanile di San Marco nel 1902, e dalla loro ricostruzione.

Guardate Venezia diventare teatro e motore internazionale dell’arte contemporanea, con la prima Biennale del dopoguerra e l’arrivo in laguna di Peggy Guggenheim, mentre il Fronte Nuovo delle Arti si spacca nel dibattito fra astrazione e realismo e le opere dei giovani artisti internazionali come Jackson Pollock si mescolano a quelle degli artisti veneziani come Emilio Vedova, e sull’orizzonte sorge Marghera. Fino all’arrivo delle arti digitali, accompagnate dalla fotografia di reportage che rappresenta le grandi acque alte, del 1966 e 2019, che chiudono l’esposizione idealmente trasfigurate nella grande opera video The Raft di Bill Viola.

 

Ad illustrare i momenti salienti della storia e dell’identità di Venezia, la mostra ospita opere dei massimi artisti, architetti e uomini di lettere che operarono in laguna nell’arco di quasi un millennio. Ammirerete i dipinti di Carpaccio, Tiziano, Veronese, Tiepolo, Canaletto, Guardi e molti altri, nonché una selezione di miniature, stampe, disegni, tessuti, sculture, ceramiche, modelli architettonici, oggetti in vetro e d’uso quotidiano.

Davvero, un caleidoscopio di meraviglie per raccontare la storia della città coraggiosa, un innovativo modello interpretativo del suo passato, per re-immaginarne un futuro possibile e ottimistico.

Per una visita privata del Palazzo Ducale, dei suoi Itinerari Segreti o maggiori informazioni sulla mostra, le nostre guide autorizzate sapranno coinvolgervi in un racconto senza tempo.

Prenota la visita al luogo simbolo dello splendore di Venezia a: mailto:info@revealvenice.com